Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

Industrie Creative e Culturali

Le industrie creative e culturali rappresentano una grande opportunità di sviluppo economico contemporaneo, una dimensione produttiva che unisce innovazione e cultura in un processo di trasformazione continua. 

Tale settore rappresenta il 4,5% del PIL dell'Unione Europea, impiega 8,5 milioni di persone e fornisce un importante contributo agli altri settori, in cui l'innovazione è guidata sempre di più dalla creatività e dal design. 

Il sistema produttivo delle industrie culturali e creative italiane rappresenta una risorsa importante per il paese: vale infatti il 5,4% del PIL e nel corso del 2011 ha generato il 10,1% dell’export totale. 

Considerando, in particolare, le industrie creative e culturali “vocazionali” della Lombardia (moda, design, architettura, editoria), esistono attualmente ampi margini di ulteriore crescita specialmente se si considera il design nella sua dimensione più ampia. 

L’industria culturale e creativa lombarda si colloca al terzo posto nella classifica delle prime 25 regioni europee per numero di occupati nei cluster culturali e creativi dopo Île-de-France (Parigi) e Inner London. 

In particolare si riscontra una posizione molto rilevante di Regione Lombardia in Europa nei settori del design (1° posto con 11.839 occupati), dell’editoria (3° posto con 68.582 occupati), della pubblicità (4° posto con 14.949 occupati) e della produzione artistica e letteraria (4° posto con 8451 occupati). 

La Lombardia occupa infine il quinto posto nella classifica delle prime 10 regioni per addetti nelle industrie basate sul copyright e nella classifica dei primi 15 centri di produzione software in Europa. 

In Lombardia le imprese culturali e creative sono 68.632 con un numero di occupati pari a 204.594. 

Le tecnologie abilitanti più rilevanti in questa AdS sono la micro e nano elettronica, la fotonica, i materiali avanzati e le biotecnologie. 

Le tematiche prioritarie di sviluppo verteranno principalmente sulla conoscenza del territorio e degli insediamenti in cui si possono sviluppare soluzioni innovative per le indagini ambientali, sistemi intelligenti per l’analisi dei sistemi territoriali e di telerilevamento e sistemi geofisici integrati, tecnologie di acquisizione digitale e virtualizzazione in 3D. Altro importante ambito di sviluppo è la conservazione del patrimonio culturale attraverso lo sviluppo di tecnologie di diagnostica, di conservazione e di monitoraggio.
 
Altri ambiti di sviluppo nel settore creativo saranno il design, con particolare attenzione all’ambito “eco” e “social” e “mobile”, il tessile avanzato, la multimedialità con forti connotazioni anche nell’ambito culturale, soluzioni di realtà aumentata, creatività digitale. 

Caratteristiche AdS: per la sua connotazione trasversale, gioca quindi un ruolo importante sia in termini di competenze scientifiche e industriali, per creare le condizioni abilitanti tramite le quali stimolare la creazione di nuove catene del valore e soluzioni di innovazione tali da soddisfare nuovi bisogni, sia come possibile ricettore di innovazione.

19/09/2017